11
Mag
2021

Maratona Pnrr. Pubblica amministrazione: assunzioni tante, riforme poche

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

Uno dei temi più presenti nel dibattito pubblico è la riforma della Pubblica Amministrazione. Non sorprende, allora, che il PNRR individui proprio in essa la prima da realizzare al fine di conseguire «innovazioni strutturali dell’ordinamento, idonee a migliorare l’equità, l’efficienza e la competitività e, con esse, il clima economico del Paese». Tuttavia, come si è osservato trasversalmente a proposito dei vari capitoli del PNRR, anche nelle pagine dedicate alla riforma del P.A. la sensazione che si ricava è quella della fissazione di importanti obiettivi, cui si accompagna poca chiarezza su come conseguirli.

Read More
10
Mag
2021

Maratona Pnrr. Una transizione digitale per molti, ma non per tutti?

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

La digitalizzazione è un grande classico delle politiche di spesa pubbliche ormai da qualche anno. Lo chiede l’Europa, lo richiede la competizione mondiale, ce lo ricordano i commentatori in tv e i politici più raffinati; tra un po’ finiremo anche con il sentirci dire che lo chiede la Patria e non possiamo sottrarci ai nostri doveri di cittadini! Digitalizzare per tornare a crescere, come in uno spot sul detersivo che restituisce colore e pulizia a un capo ormai un po’ logoro. Nel nuovo Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che l’Italia ha presentato alla Commissione Europea per ottenere i soldi previsti dal fondo Next Generation EU, per la missione «Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura», sono previsti 43,6 miliardi, di cui 10 per la pubblica amministrazione, 27,5 per la competitività del sistema produttivo e circa 6 per turismo e cultura.

Read More
6
Mag
2021

Maratona Pnrr. Sulla giustizia buone intenzioni, vaghi strumenti

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

Tra le riforme cosiddette “orizzontali” il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) individua anche quella del sistema giudiziario. Il Piano contiene obiettivi di riforma trasversali all’intero sistema, che interessano dunque la giustizia civile, penale e tributaria (nulla si dice a proposito della amministrativa), e che si spingono fino alle modalità di accesso alla magistratura e alle modalità di autogoverno della stessa. 

Read More
6
Mag
2021

Maratona Pnrr. Sostenibilità e convergenza economica: la mission impossible per le ferrovie

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

Ottenere la convergenza economica tra le diverse zone del Paese e la sostenibilità ambientale investendo in ferrovie: sono i due obiettivi della Missione n. 3 del PNRR alla quale vengono attribuite risorse per un totale di 25 miliardi, più del 10% dell’intero piano. 

Si legge nel documento che: “l’attuale sistema delle infrastrutture del trasporto in Italia sconta carenze e ritardi che hanno effetti significativi sul potenziale di crescita e sulla competitività del Paese…lasciando intere comunità isolate”. Non si sa quali siano tali comunità isolate. Forse perché in realtà non esistono. La incauta affermazione probabilmente è da interpretarsi all’unisono con un’altra che segue nel testo: “nel sistema ferroviario destinato al trasporto di passeggeri, la principale infrastruttura di collegamento del Paese, la rete ad alta velocità si ferma alla Napoli/Salerno. La popolazione residente a sud di Salerno risulta pertanto scollegata dalla rete ad alta velocità e nel complesso, al Sud, la capacità, l’affidabilità e la frequenza dei servizi ferroviari sono limitate, con lunghi tempi di percorrenza. Questa situazione riguarda anche il Centro”.

Read More
4
Mag
2021

Maratona Pnrr. La semplificazione burocratica: questa volta è diverso?

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

La realizzazione dei progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e gli impatti che essi saranno idonei a generare dipendono da una serie di riforme tese a migliorare la capacità di spesa. «In questo senso le riforme devono considerarsi, allo stesso tempo, parte integrante dei piani nazionali e catalizzatori della loro attuazione», afferma il PNRR.

Read More
4
Mag
2021

Maratona Pnrr. La salute non è una priorità

L’elenco degli articoli della Maratona PNRR è disponibile qui.

Ultimo e più breve dei sei capitoli dedicati alle missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, quello della missione “Salute” non appare certo come un capitolo prioritario, visto anche l’ammontare degli investimenti a esso dedicato: 15,63 miliardi di euro di fronte a un totale di 191,5 miliardi (a cui si aggiungono le risorse di ReactEU e quelle del fondo complementare). Non fosse in corso una pandemia che ha sconvolto il nostro modo di vivere e che è essa stessa la ragione principale dell’esistenza del piano qui analizzato, verrebbe da pensare che del capitolo salute non ci saremmo nemmeno curati più di tanto.

Read More
3
Mag
2021

Col Pnrr sarà vera ripresa? Maratona su LeoniBlog

Articoli della maratona PNRR:
4 maggio 2021 – Paolo Belardinelli: La salute non è una priorità
5 maggio – Vitalba Azzollini: La semplificazione burocratica: questa volta è diverso?
6 maggio – Francesco Ramella: Sostenibilità e convergenza economica: la mission impossible per le ferrovie
7 maggio – Giuseppe Portonera: Sulla giustizia buone intenzioni, vaghi strumenti
10 maggio – Carlo Amenta: Una transizione digitale per molti, ma non per tutti?
11 maggio – Giuseppe Portonera: Pubblica amministrazione: assunzioni tante, riforme poche

Il 25 aprile il Governo Draghi ha inviato al Parlamento la bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza. A valle del dibattito alla Camera e al Senato, e dopo alcune limature, il Pnrr è stato sottoposto alla Commissione europea che dovrà esprimere valutazioni sia sull’ammissibilità degli investimenti proposti, sia sull’adeguatezza delle riforme promesse. Si tratta probabilmente del documento più importante del Governo perché condizionerà la disponibilità di risorse europee e, se queste saranno ben impiegate, la capacità del paese di risollevarsi dalla tragedia del Covid. 

Read More
19
Apr
2021

Le origini liberali del femminismo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Antonella Marty

Il femminismo, alle sue origini, era un movimento liberale, o almeno non proponeva soluzioni basate sullo Stato: il femminismo liberale fa parte di una tradizione individualista, come si può vedere nella storia degli Stati Uniti. Molte persone presumono che le prime attiviste e sostenitrici femministe fossero socialiste e interventiste, ma la realtà è diametralmente opposta. Queste donne non chiedevano fondi a tutti i cittadini per sostenere la causa, chiedevano l’uguaglianza davanti alla legge, e lo facevano sfidando lo Stato. Le prime, a metà del XVIII secolo, furono Mary Wollstonecraft in Inghilterra e Judith Sargent Murray negli Stati Uniti, entrambe concentrate sull’uguaglianza educativa. Entrambe ispirarono altre femministe individualiste negli Stati Uniti, come Elizabeth Cady Stanton, Susan Brownell e Matilda Gage. Queste donne lottarono per un’educazione uguale, per il diritto di voto e furono anche abolizioniste.

Read More
16
Apr
2021

Perché Guariremo: una recensione del libro di Roberto Speranza

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, da Alvise Pedrotti.

Perché Guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute, il libro di Roberto Speranza edito da Feltrinelli, è uscito lo scorso ottobre ma è stato prontamente ritirato dal mercato per una serie di motivi, tra cui la mancanza di tempo per presentarlo al pubblico dell’autore e il contestuale arrivo della seconda ondata del virus. Non è facile procurarselo ma nemmeno impossibile: Perché Guariremo è reperibile sul sito spagnolo di Amazon.

Read More
1 2 3 450