27
Mar
2024

Punto e a capo n. 48

5 news di tecnologia – rubrica di Claudia Giulia Ferrauto

L’intelligenza artificiale generativa entra nei contesti giuridici, fino a che punto?

Gli strumenti di intelligenza artificiale generativa stanno diventando sempre più accessibili e popolari. I rapporti sull’uso di strumenti disponibili anche nel campo della giustizia sono in aumento.

Il gruppo di lavoro del CEPEJ sulla cybergiustizia e l’intelligenza artificiale (CEPEJ-GT-CYBERJUST) ha pubblicato questa nota per dare qualche pensiero preliminare su ciò che i giudici e altri professionisti della giustizia del settore pubblico possono aspettarsi dall’uso di strumenti di intelligenza artificiale generativi in un contesto giudiziario. QUI un breve documento della Commissione Europea sull’uso dell’AGI da parte della magistratura, corredata da una descrizione di base dei potenziali problemi e alcune semplici indicazioni su quando (non) utilizzare l’AI.

Musk ha sbandierato una sorta di battaglia etica e legale contro la sorveglianza, quando invece I FOIA rivelano una scomoda verità 

Alcune delle e-mail ottenute tramite richieste FOIA ( Freedom of Information Act)  mostrano come Twitter/X di Elon Musk, abbia venduto i dati di utenti presenti su X a una società che facilita il monitoraggio del governo, cioè la sorveglianza governativa, nello stesso periodo in cui si vantava di combattere la sorveglianza digitale in tribunale. QUI.

L’Unione Europea contesta ai BigTech le responsabilità del DMA

La Commissione EU ha avviato un’indagine di non conformita’ contro Alphabet, Apple e Meta nell’ambito del Digital Markets Act (Dma) la legge sui mercati digitali. QUI.

Una nuova puntata della Trade-war USA/Cina

Il Financial Times riporta che la Cina ha introdotto nuove linee guida che comporteranno il blocco, tramite una graduale eliminazione, dei microprocessori Intel e AMD  nei server e nei computer governativi. QUI.

Open data: a che punto siamo con l’uso dei fondi del PNRR?

Grazie all’aggiornamento sul portale open data relativo al PNRR, è finalmente possibile controllare i dati aggiornati a metà marzo 2024. QUI i dataset.

You may also like

Punto e a capo n. 54
Punto e a capo n. 53
Punto e a capo n. 52
L’Unione europea deve lasciarsi alle spalle la sua deriva dirigista, burocratica e ideologica

Leave a Reply