10
Feb
2018

Italo e l’italico piangersi addosso

Ha davvero senso disperarsi per l’acquisto di #Italo da parte del fondo americano Global Infrastructure Partners? Risponde Alberto Mingardi nel suo #Hashtag.

You may also like

Dalla lettera di Draghi del 2011 al PNRR di oggi, qualcosa è cambiato?
Maratona Pnrr. Transizione ecologica: money for nothing
Maratona concorrenza: quello che l’Antitrust non dice
Maratona concorrenza: liberare le spiagge

3 Responses

  1. Tenerone Dolcissimo

    Non so se abbia senso piangersi addosso per Itali.
    Ma so che si dovrebbe piangere per nuovo pignone e, dopo avere pianto, asciugarsi le lacrime e andare a prendere chi la ha venduta per fargli ballare la rumba attaccato a un albero con una cravatta di canapa

  2. pablo

    Io sinceramente ne mi piango addosso ne faccio salti di gioia.Italo è una azienda privata .la vendessero a chi vogliono anche ai marziani.Sono perplesso però difronte al fatto che dal 92 in poi, dopo l’inizio, diciamo.della” gloriosa”seconda Repubblica non poche aziende Italiane, pubbliche o private ,siano state spesso svendute e non semplicemente vendute a soggetti esteri. Il movimento contrario . .cioè acquisizioni estere da parte di aziende Italiane trova,invece,a spesso mille lacci e lacciuoli.Questo perche le forze politiche emerse dal 92 in poi ,marxiste e liberal-liberiste non hanno affatto tutelato il Made in Italy, anzi……Buona serata e distinti saluti.

  3. vittorio

    Non sa … ma ciononostante spara sentenze qualunquiste alla savonarola (suo coetaneo ?), ignorando persino che “Nuova Pignone” e i toscani hanno tratto enorme beneficio dall’acqusizione di GE

Leave a Reply