Pareggio di bilancio: che sia una cosa seria

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (46 voti, media: 4,00 su 5)
Loading...

Invia una e-mail ai Presidenti di Commissione. Non sprechiamo un’altra occasione!

Per restituire fiducia ai mercati, il Governo ha annunciato una modifica della Costituzione, che sancisca l’obbligo del pareggio di bilancio. Le Commissioni parlamentari Affari Costituzionali e Bilancio resteranno al lavoro, nel mese di agosto, per lavorare sul nuovo testo dell’articolo 81.

E’ agli atti una proposta del Presidente dell’Istituto Bruno Leoni, Nicola Rossi, per introdurre una regola di responsabilità fiscale nella Costituzione italiana.
Tutte le proposte possono essere migliorate, ma riteniamo sia importante ricordare ai nostri rappresentanti che non è possibile pensare a una modifica costituzionale seria, se essa non contiene un meccanismo sanzionatorio adeguato (le regole non possono prevedere la loro stessa infrazione) e se non viene messo un limite massimo alla spesa pubblica.
Per questo invitiamo tutti a inviare il seguente messaggio al Presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera Donato Bruno (bruno_d@camera.it), al Presidente della Commissione Bilancio della Camera Giancarlo Giorgetti (giorgetti_g@camera.it), al Presidente della Commissione Affari Costituzionale del Senato Carlo Vizzini (vizzini_c@posta.senato.it, carlovizzini@carlovizzini.it) e al Presidente della Commissione Bilancio del Senato Antonio Azzollini (azzollini_a@posta.senato.it).
Gli indirizzi e-mail sono dunque:
bruno_d@camera.it; giorgetti_g@camera.it; vizzini_c@posta.senato.it; carlovizzini@carlovizzini.it; azzollini_a@posta.senato.it. Chiediamo cortesemente di tenere in copia l’Istituto Bruno Leoni: info@brunoleoni.it.
Questo il testo del messaggio che consigliamo di inviare:
**************
On. Presidenti,
il Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ha riferito alle Commissioni da voi presiedute sulla riforma dell’art. 81 della Costituzione e l’introduzione del pareggio di bilancio. E’ importante che l’introduzione di una regola fiscale in Costituzione segua ora un percorso spedito ma soprattutto appropriato rispetto all’obiettivo di mettere in sicurezza la nostra finanza pubblica.
L’esperienza repubblicana ci ha dimostrato come l’attuale formulazione dell’art. 81 non garantisca la tenuta dei conti pubblici: questa revisione costituzionale è dunque appropriata e opportuna, anche per dare fiducia ai mercati in una situazione tesa come l’attuale.
Perché possa essere efficace, la regola della responsabilità fiscale deve essere flessibile senza che possa venire vanificata.
In particolare, auspichiamo che le onorevoli SS.VV. possano realizzare un testo di modifica costituzionale che contempli:
– la previsione di una maggioranza qualificata per l’approvazione di deroghe al pareggio, nel caso in cui si debbano fronteggiare situazioni eccezionali.
– l’introduzione del pareggio di bilancio con la fissazione di un limite percentuale al rapporto tra spesa pubblica e PIL – in modo da rendere più efficace il vincolo del pareggio.
L’occasione storica di questa modifica costituzionale non deve essere perduta
[Nome e cognome]
[Comune di residenza]
**************
Questo è un momento particolare e complesso nella storia del nostro Paese. Facciamo sentire la nostra voce, per non perdere un’altra opportunità per restituire alla società italiana libertà e certezza del diritto.

Commenti [82]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *