7
Mag
2011

‘Nkosi sikeleli Afrika

Due modi diversi di affrontare lo stesso fenomeno. O meglio, ciò che succede se si tratta un fenomeno come un problema da risolvere o come un’opportunità da cogliere.

In Argentina il presidente Cristina Fernandez De Kirchner ha presentato una nuova proposta di legge per imporre restrizioni sulla proprietà di terreni agricoli da parte di stranieri. “Il controllo della terra è un tema fondamentale e di importanza strategica per il XXI secolo“, ha affermato.

In Africa alcuni paesi, come Nigeria e Tanzania, promettono agevolazioni agli investitori stranieri che vogliono acquistare terra coltivabile.

Probabilmente in Africa è arrivata la notizia che oggi il prezzo dei terreni agricoli argentini è il doppio rispetto al 2007 e cinque volte di più rispetto al 2002. Forse in Argentina se ne sono già dimenticati. E’ il populismo, bellezza.

God bless Africa.

You may also like

Václav Havel: la responsabilità come antidoto a populismo, totalitarismo e burocrazia
L’agricoltura biologica e il disegno di legge 988
La manovra del popolo (manovrare il popolo?)—di Mario Dal Co
Abbasso la Ausverkaufte Heimat, ovvero la “svendita della patria”—di Luca Minola

Leave a Reply